6 buoni motivi per trascorrere il Natale a Salisburgo

salisburgo natale

Durante l’Avvento la città austriaca si anima di luci, colori, concerti, mercatini con dolci e bevande calde, in un suggestivo clima di festa

Salisburgo, città dell’Austria al confine con la Germania, sembra uscita fuori da un libro di fiabe, con la sua atmosfera incantata e romantica, ancora più evidente nel periodo natalizio. Edifici barocchi, palazzi nobiliari, pittoresche case a graticcio, campanili e tetti imbiancati, carrozze trainate da cavalli, luminarie in tutto il centro storico patrimonio dell’Unesco, oltre ai classici mercatini di Natale, rendono questa destinazione una rilassante alternativa alle più grandi e affollate capitali europee.

Tutta circondata dai picchi innevati delle Alpi e divisa in due dal fiume Salzach, la città offre uno scenario affascinante, fatto di stretti vicoli e suggestivi passaggi tra le corti interne, ma anche di piazze grandi ed eleganti. Qui è stato girato il film musical del 1965 “Tutti insieme appassionatamente”, spesso trasmesso in tv nei giorni festivi. Durante l’Avvento Salisburgo si anima di luci e colori, delle melodie di cori e orchestre, del vociare dei mercatini e del profumo intenso di dolci e bevande calde, il tutto avvolto in un suggestivo clima di festa. Se stai cercando un posto magico dove trascorrere il Natale, segui i nostri consigli su cosa vedere e cosa fare a Salisburgo.



1) Il mercatino di Gesù Bambino

In piazza del Duomo (Domplatz) e piazza della Residenza (Residenzplatz), all’interno della Altstadt, la città vecchia, viene allestito il Salzburger Christkindlmarkt, mercatino dedicato a Gesù Bambino tra i più antichi e famosi d’Europa. Le sue origini risalgono al 1491, quando era ancora concepito come un mercato delle pulci, prima di essere trasformato nel XVII secolo in mercato di San Nicola. Nella sua veste odierna di mercato di Gesù Bambino esiste dal 1974.

Si tiene dal giovedì che precede la prima domenica dell’Avvento fino al 1° gennaio. Al suo interno si trovano circa cento bancarelle che vendono decorazioni natalizie, oggetti di artigianato artistico, specialità gastronomiche di Natale, vin brulé (vino rosso caldo insaporito con zucchero e spezie) e jagatee (bevanda al tè nero con acquavite obstler o rum).

Contemporaneamente al mercatino, si svolgono le corse dei Krampus e dei Perchten, terrificanti quanto caratteristici personaggi della zona alpina, che indossano maschere intagliate in legno, costumi di pelliccia e campanacci pesanti e scacciano simbolicamente l’inverno correndo per le strade.

2) Gli altri mercatini

Palazzi e monumenti fanno da scenografia a molti altri mercatini, tutti aperti fin dall’ultima decina di novembre. Disseminati in vari luoghi della città e nei dintorni, regalano momenti di gioia e meraviglia a cittadini e turisti.

Da non perdere il suggestivo mercato natalizio nel cortile della fortezza di Hohensalzburg, che sovrasta Salisburgo, per godere dell’incantevole panorama sulla città illuminata a festa per il Natale. C’è poi quello che si svolge poco fuori città, nel cortile interno del castello di Hellbrunn, la cui facciata si trasforma per l’occasione in un calendario dell’Avvento in formato gigante, mentre gli alberi tutto intorno sono decorati con palle di Natale rosse e ghirlande luminose. Infine, il piccolo, ma popolarissimo mercatino allestito nella piazza antistante il palazzo Mirabell, sulla riva nord del fiume Salzach.

3) I concerti natalizi

Nella città di nascita del compositore Wolfgang Amadeus Mozart la musica è protagonista anche a Natale. Un ampio programma di concerti ed eventi musicali copre tutto il periodo dei mercatini.

Tra le manifestazioni di spicco figurano i Salzburger Turmblaser, gruppi di suonatori di fiati provenienti dal salisburghese, che eseguono melodie natalizie dall’alto di tre campanili intorno alla piazza della Residenza. Altro evento musicale di rilievo sono i canti salisburghesi dell’Avvento (Salzburger Adventsingen), eseguiti nei fine settimana all’interno della Großes Festspielhaus, teatro che in estate ospita il Festival di Salisburgo. Oltre duecento sono le persone coinvolte, che portano in scena storie della sacra famiglia.

Nella storica Gotischer Saal si svolgono le Serenate dell’Avvento salisburghese (Salzburger Adventserenaden), altro appuntamento tra i più popolari e amati. In una sala gotica dal fascino unico, l’Adventserenaden Ensemble propone melodie classiche e tradizionali dell’Avvento e del Natale, insieme a musiche della tradizione folkloristica. La fortezza di Hohensalzburg ospita due caratteristici concerti di Natale con le musiche di Mozart: il primo nel pomeriggio del 24 dicembre, il secondo la sera del 25 dicembre. La fortezza è facilmente raggiungibile dalla città tramite una funicolare.



4) La cappella di Stille Nacht

Partendo da Salisburgo è possibile effettuare un tour per visitare la cappella di Oberndorf, il luogo dove la notte del 24 dicembre 1818 nacque il canto “Stille Nacht”, noto anche come “Silent Night”. Ogni vigilia di Natale, subito dopo la messa, si festeggia il commovente inno natalizio, con un coro di appassionati che intona la celebre melodia.

Oberndorf dista circa 20 km da Salisburgo e dal terminal bus della linea Panorama nel pomeriggio del 24 dicembre partono le navette che accompagnano i partecipanti a Oberndorf, riportandoli poi in città al termine della celebrazione. La cappella è piccola e proprio per questo è molto suggestivo trascorrervi la vigilia di Natale, ma è consigliabile prenotare, poiché i posti sono limitati.

Nei pressi della cappella Stille Nacht, sorge il Museo Stille Nacht, che racconta la nascita del canto e il contesto storico e sociale da cui ebbe origine. Una tappa imperdibile per i cacciatori di souvenir è anche lo Stille Nacht Shop.

5) Il Museo del Natale

Il Museo del Natale (Salzburger Weihnachtsmuseum) si trova in Mozartplatz, all’interno della Altstadt. L’esposizione è dedicata alla storia delle tradizioni natalizie in Austria e nel sud della Germania. Al suo interno sono conservati manufatti e decorazioni originali collezionati nel corso di oltre cinquant’anni da Ursula Kloiber.

I rari pezzi esposti nella mostra permanente sono presentati con il titolo: “Feste tra Avvento e Capodanno dal 1840 al 1940”. Un’esperienza che trasporta il visitatore in una casa del passato decorata a festa. Undici le sezioni espositive divise per aree tematiche, affiancate da speciali mostre temporanee. Il museo è visitabile per quasi tutto l’anno.

6) Il negozio Christmas in Salzburg

A Salisburgo, a due passi da Mozartplatz, c’è anche un negozio di decorazioni natalizie aperto dodici mesi l’anno: si chiama Christmas in Salzburg. Un luogo dove trovare svariati oggetti per decorare la casa, tutti realizzati a mano secondo l’esempio di Peter e Dorota Priess, abili artigiani che fondarono la loro azienda nel 1975.

Il negozio è stato inaugurato nel 1997 ed è un’istituzione conosciuta anche oltre i confini austriaci. Oggi in azienda lavora la terza generazione della famiglia, che l’ha rilevata nel 2017. Tra gli articoli più ricercati ci sono le esclusive palline di Natale in vetro soffiato dipinte a mano.

La gamma di prodotti è stata ampliata nel corso degli anni, creando un’incredibile varietà di motivi e varianti di design. Ancora oggi gli oggetti vengono lavorati e rifiniti a mano, i colori giusti ricercati e ottimizzati, nuove decorazioni ulteriormente sviluppate.

Fonti consultate: Salzburg.infoSalzburgerLandWelcome to Salzburg, Mercatini di Natale a SalisburgoTravel365, Quantomanca.com.

Foto: Holly Hayes da Flickr.

© Riproduzione riservata

Offrimi una cioccolata

Ti piace questo blog e vorresti sostenerlo? Clicca sull’immagine in basso per contribuire con una tazza di cioccolata calda alle spese di hosting e mantenimento del sito. Grazie fin d’ora.

Lascia un segno del tuo passaggio

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.