A Gengenbach un calendario dell’Avvento da record

gengenbach calendario avvento

Nella città tedesca dal 30 novembre al 6 gennaio di ogni anno le 24 finestre del municipio si trasformano in uno dei simboli del Natale

La città di Gengenbach, in Germania, prende molto sul serio il Natale. Così seriamente che conta i giorni che mancano al 25 dicembre con un calendario dell’Avvento tra i più grandi al mondo. Nel 1996 il piccolo centro di 11 mila abitanti ai margini della Foresta Nera ha deciso di attirare più turisti durante le festività natalizie. Per rendere unico il suo mercatino dell’Avvento, ha trasformato la facciata del municipio in un enorme calendario con le tradizionali ventiquattro caselle da aprire giorno dopo giorno.

Una per una, ogni sera dal 30 novembre al 23 dicembre, le ventiquattro finestre del palazzo municipale di Gengenbach si illuminano con opere ispirate a un artista o a un tema. Puntuale alle ore 18, il rituale si ripete: le luci del municipio si accendono e un faro viene puntato su una finestra, per rivelare l’immagine del giorno. Entro il giorno dell’antivigilia tutte le immagini vengono scoperte, per rimanere visibili fino al 6 gennaio.



Fin dagli inizi, le opere di artisti e illustratori di libri per bambini di fama internazionale hanno contribuito ad addobbare le finestre del municipio. Il primo artista coinvolto fu Otmar Alt, cui seguirono negli anni successivi Quint Buchholz, Paul Maar, Tomi Ungerer, Jan Peter Tripp, Franz Josef, ma anche Marc Chagall e Andy Warhol. Le immagini vengono sostituite generalmente ogni tre anni. Dal 2019, e quest’anno per l’ultima volta, sulla facciata in stile classico del municipio di Gengenbach si possono ammirare ventiquattro disegni de Il Piccolo Principe, in parte ispirati agli originali di Antoine de Saint-Exupery e in parte realizzati dall’illustratrice argentina Valeria Docampo.

Le opere selezionate vengono riprodotte su pellicola trasparente e installate nelle ventiquattro finestre al primo, secondo e terzo piano del municipio. Davanti a ognuna viene fissata una tenda a rullo, rimossa solennemente alla vigilia del giorno corrispondente. L’illuminazione dall’interno fa risaltare l’immagine sul profilo dell’edificio. Il momento della cerimonia di apertura richiama ogni sera un nutrito numero di spettatori.

Nel 1997 Gengenbach ha ottenuto dal Guinness dei primati il riconoscimento di casa del calendario dell’Avvento più grande del mondo, record superato nel 2007 da quello costruito nella stazione ferroviaria di St. Pancras a Londra. Anche come attrazione turistica il successo è enorme: secondo l’ufficio turistico locale, la città accoglie ogni anno oltre centomila visitatori nel corso delle festività natalizie. Arrivano da tutto il mondo per ammirare il calendario con le sue luci, le sue decorazioni e la musica in sottofondo.

Nelle vicinanze del municipio è allestito un caratteristico mercatino di Natale con oltre 50 casette in legno, aperto durante tutto il periodo dell’Avvento dalle 14 alle 20 (nel weekend dalle 12 alle 20), mentre il programma di eventi collaterali sul palco davanti al municipio inizia tutti i giorni alle 17 e nei fine settimana alle 15.

Nelle sale del Museum Haus Löwenberg, a pochi metri dal municipio, vengono presentate mostre in linea con il tema del calendario dell’Avvento, ma anche gli altri musei cittadini propongono eventi speciali, esposizioni e viste a 360 gradi dalle torri. Un motivo in più per passeggiare tra le luci del centro storico di Gengenbach con la sua atmosfera suggestiva.

Fonti consultate: Mental Floss, Gengenbach.infoSozialverband VdK DeutschlandDer Guller Stadtanzeiger Medien, Baden online.

Foto: © Kultur- und Tourismus GmbH – Stadt Gengenbach / Hubert Grimmig.

© Riproduzione riservata

Offrimi una cioccolata

Ti piace questo blog e vorresti sostenerlo? Clicca sull’immagine in basso per contribuire con una tazza di cioccolata calda alle spese di hosting e mantenimento del sito. Grazie fin d’ora.

Lascia un segno del tuo passaggio

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.