Da Zerocalcare a Zeronatale il passo è breve

a babbo morto zerocalcare

Nel libro “A Babbo morto” il fumettista romano racconta una favola delle feste che sfata il luogo comune che a Natale siamo tutti più buoni

Tempo di lettura: 2 minuti

Zerocalcare si trasforma in Zeronatale. La strenna che il famoso fumettista romano ha preparato per i suoi fan è un libro dedicato al Natale, in uscita come di consueto per la casa editrice Bao Publishing. Si intitolerà “A Babbo morto – Una storia di Natale” e arriverà il 12 novembre nelle fumetterie, librerie e nei digital store al prezzo di 11 euro. Pronta anche la versione audio del volume, che dalla stessa data sarà disponibile in esclusiva sulla piattaforma Storytel, letta e interpretata dallo stesso Zerocalcare insieme a Caterina Guzzanti e Neri Marcorè.

L’idea del libro nasce a fine dicembre 2019. Zerocalcare, al secolo Michele Rech, pubblica sui propri canali social un post in cui comunica di aver iniziato a lavorare a un racconto natalizio pensato per i più piccoli. Il fumettista lamenta che a molti bambini non venga più raccontata la favola di Babbo Natale, privandoli dell’opportunità di sognare e di meravigliarsi. Le tavole che allega a corredo del post sono, in realtà, delle riflessioni spiazzanti e ciniche sul Natale e sulla sua iconografia laica.

Non tarda ad arrivare la proposta, da parte della Bao, di realizzare un intero libro dedicato alla tematica natalizia. Calcare accetta senza esitare. Così la storia si espande e diventa quasi drammatica. Il libro che ne viene fuori muove le mosse – come anticipato dal titolo “A Babbo morto” (preso in senso letterale e non idiomatico) – dalla dipartita della panciuta icona nordica del Natale, per svelare la scabrosa verità che si cela dietro l’impero per la consegna dei regali creato dal vecchietto barbuto più famoso di tutti i tempi.

Babbo Natale non c’è più e tocca ai suoi figli, Figlio Natale e Figlia Natale, il compito di gestire la fabbrica di famiglia, la Klauss Inc. Questa, con la globalizzazione, si è trasformata in un enorme hub di distribuzione di giocattoli e regali. Ma gli elfi e gli gnomi si sentono sfruttati. Quando lo Gnomo Gaetano viene trovato morto in circostanze misteriose, inizia una protesta sindacale come il Polo Nord non ne ha mai viste. E neanche la Befana se la passa bene! La sua reputazione è andata a rotoli, dopo che si è diffusa la voce che le sue anziane rider hanno contratti senza assistenza sanitaria o assicurazione. Al loro sciopero si affianca quello dei minatori sardi per la crisi del carbone, soppiantato nelle calze dei bambini dagli orsetti gommosi.

Zerocalcare scrive e illustra una favola delle feste che farebbe impallidire perfino l’Ebenezer Scrooge di Dickens. Ibrido tra libro illustrato, fumetto e inchiesta fittizia sulle condizioni di lavoro dei folletti nella fabbrica di Babbo Natale, “A Babbo morto” è un volume di ottanta pagine (interamente colorato da Alberto Madrigal) realistico, doloroso ed esilarante allo stesso tempo. Una storia che getterà un’ombra di terrore sui nostri ricordi d’infanzia. E che sfaterà il luogo comune che a Natale siamo tutti più buoni. Il regalo di Natale perfetto per chi odia fare regali di Natale.

copertina a babbo morto zerocalcare

Fonti consultate: Bao Publishing, pagina Facebook (Z)ZeroCalcare.

Immagine: © Zerocalcare.

Copertina del libro: © Bao Publishing.

© Riproduzione riservata

Lascia un segno del tuo passaggio