Natale fuori stagione per vincere la noia da quarantena

#rifacciamonatale

Se il coronavirus ci costringe in casa, facciamo finta che sia di nuovo Natale e ricreiamo la magica atmosfera delle feste con l’hashtag #rifacciamoNatale

Tempo di lettura: 3 minuti

Le giornate chiusi in casa per il coronavirus vi annoiano? Vi mancano le uscite con gli amici e le serate di divertimento? State disperatamente cercando un motivo valido per non infrangere la – seppur temporanea – reclusione? Se siete degli inguaribili amanti del Natale, ecco la soluzione che fa per voi: riportiamo il Natale nelle nostre case, all’insegna dell’hashtag #rifacciamoNatale. Decoriamo a più non posso ogni angolo della casa, appendiamo ovunque luci e addobbi, come se mancassero poche settimane al 25 dicembre. Potremo così respirare nuovamente quell’aria di magia che ci fa compagnia nel periodo natalizio, regalando a noi stessi speranza e serenità in un momento in cui ce n’è davvero bisogno.

Tutti noi stiamo vivendo una situazione critica a causa dell’emergenza coronavirus, con migliaia di contagiati e ricoverati nel nostro Paese. In questi momenti il comportamento più intelligente da adottare, seguendo le indicazioni delle autorità competenti e gli appelli sempre più incessanti che arrivano anche dai personaggi famosi, è quello di restare in casa. Occorre evitare ogni tipo di contatto sociale e luogo affollato, uscendo solo se strettamente indispensabile. È un piccolo/grande sacrificio che ci viene richiesto per impedire una maggiore diffusione del virus ed evitare l’aumento dei ricoveri in terapia intensiva, cosa che porterebbe il nostro sistema sanitario nazionale al collasso.

La vacanza forzata – per chi non continua a lavorare tramite smart working – non deve essere vista come una sciagura. Sono tanti gli aspetti positivi che possiamo utilizzare a nostro vantaggio. Sfruttiamo l’inusuale tempo libero a disposizione per dedicarci a noi stessi e a nostri familiari più stretti, per fare cose che di solito procrastiniamo. Approfittiamone per leggere qualche libro rimasto a lungo su uno scaffale, per guardare nuovi film e serie tv, per approfondire argomenti di nostro interesse su internet, per ascoltare musica e programmi radiofonici o podcast, per fare una lunga telefonata a qualche amico o parente che non sentiamo da tempo.

Se tutto questo non vi basta, ho un’idea per dare una svolta alle nostre giornate. Se ci pensate, Natale è il periodo dell’anno in cui si preferisce rimanere a casa. Ci piace starcene al calduccio, sdraiati con una copertina sulle gambe in poltrona o sul divano, magari bevendo una buona cioccolata. Indossiamo vestiti comodi e ripeschiamo vecchi film che guardavamo da bambini, meglio se a tema natalizio. Tiriamo fuori gli intramontabili giochi da tavolo. Prepariamo dolci leccornie a tutte le ore del giorno, che poi mangiamo senza sosta.

E allora perché non fare finta che sia di nuovo Natale? Se dobbiamo restare chiusi in casa, facciamolo nella maniera migliore. Lo so che lì fuori siete in tanti come me fissati con questa festa, che quasi vorreste che durasse tutto l’anno. Dimentichiamoci del coronavirus, questa è l’occasione per vivere un secondo Natale, diverso, fuori stagione.

Andiamo a riprendere in cantina o in soffitta gli scatoloni con gli addobbi natalizi e riempiamo ogni stanza con serie di luci colorate, stelle filanti, ghirlande, candele e decorazioni di ogni tipo. C’è tutto il tempo per crearne anche di artigianali, magari utilizzando materiale di riciclo. Queste attività ci metteranno sicuramente di buon umore, permettendoci di trascorrere alcune ore spensierate. Si potrebbe perfino rimontare l’albero di Natale, anche se forse sarebbe un po’ esagerato. Ma scommetto che a molti di voi piace fare le cose per bene.

Una volta riportata in casa l’atmosfera tipica delle feste, via alle maratone di film di Natale. “Mamma ho perso l’aereo”, “Il piccolo Lord”, “The family man”, “Una poltrona per due”, “S.O.S. fantasmi”, “Canto di Natale di Topolino”, “Miracolo nella 34ª strada” e così via. E non dimentichiamoci dei film romantici a tema natalizio – lo streaming in questo caso può esserci d’aiuto – per sognare ad occhi aperti con storie d’amore intense e commoventi.

Si potrebbe rimanere davanti al televisore per giorni e giorni, senza neanche avere la necessità di uscire a cercare regali, trattandosi di un Natale non ufficiale. Chi volesse rispettare anche questa tradizione, potrebbe dare spazio alla creatività realizzando degli oggetti fai-da-te per i propri cari, da consegnare magari la mattina del 25 marzo. Oppure creiamo qualcosa di buono rispolverando qualche ricetta di Natale che non prevede ingredienti fuori stagione. I dolci, si sa, portano felicità e la loro preparazione è sinonimo di allegria in casa, soprattutto se ci sono dei bambini in giro e le canzoni di Natale in sottofondo.

Se volete raccogliere l’invito di questo piccolo blog, fate ritornare il Natale nelle vostre case e regalatevi un po’ di colore e di calore natalizio per far fronte alle preoccupazioni e alle momentanee difficoltà. Portiamo la magia di Natale in questo periodo di transizione che ci troviamo a vivere tutti quanti contemporaneamente. Presto tutto ritornerà alla normalità, si tratta solo di avere un po’ di pazienza. Ma nel frattempo diamo libero sfogo al nostro spirito natalizio e postiamo le immagini delle nostre case addobbate a festa su tutti i profili social. Sconfiggiamo la noia da quarantena e la voglia di uscire con l’hashtag #rifacciamoNatale.

Foto: pandabearphotography da Flickr.

© Riproduzione riservata

Lascia un segno del tuo passaggio