Longiano dei Presepi: il percorso delle cento Natività

longiano_dei_presepi

Longiano, in provincia di Forlì-Cesena, è uno dei paesi più caratteristici del territorio collinare romagnolo. Dall’alto del suo colle domina un paesaggio di vigneti, frutteti e oliveti, che declinano dolcemente verso la pianura e l’Adriatico. Il suo aspetto è quello tipico di un borgo medioevale, sviluppatosi attorno al Castello Malatestiano duecentesco. Qui ogni anno circa cento rappresentazioni della Natività vengono esposte all’interno di un percorso presepiale di oltre quaranta tappe, dislocate negli angoli più caratteristici del centro storico.

L’amore degli abitanti di Longiano per i presepi ha una lunga tradizione. Fin dai primi anni del dopoguerra, infatti, presso il convento del SS. Crocifisso viene allestito un presepe meccanico tra i più grandi e visitati d’Italia. Attorno ad esso è poi nata la manifestazione “Longiano dei Presepi”, sempre più seguita e amata. Musei, chiese, piazze, strade, giardini, luoghi pubblici e abitazioni private ospitano l’incanto e la magia di presepi meccanici, tradizionali e d’artista.

La XXVI edizione della manifestazione si svolgerà dall’8 dicembre 2016 al 22 gennaio 2017. Il grande presepe meccanico del convento del SS. Crocifisso, fulcro dell’evento, sarà allestito ancora una volta dalla celebre famiglia Gualtieri, che ha anche realizzato un altro importante presepe meccanico all’interno del rifugio bellico sotterraneo. Numerosi altri presepi mostreranno articolate e suggestive animazioni meccaniche, luci e suoni, come nella migliore tradizione romagnola. Nella mostra collettiva alla Sala San Girolamo saranno più di cinquanta i presepi esposti, a opera di altrettanti maestri presepisti.

Importante è anche il presepe d’autore che ormai da quindici anni la Fondazione “Tito Balestra” presenta all’interno del Castello Malatestiano. Protagonista di quest’anno sarà l’artista contemporanea Giulia Napoleone, che esporrà l’opera del 2010 “Presepe sfolgorante”. Ad affiancarlo una serie di altre opere d’arte realizzate a partire dagli anni Settanta, a testimoniare ampia parte del suo mondo espressivo. La mostra, realizzata in collaborazione con il Museo Internazionale del Presepio “Vanni Scheiwiller”, rimarrà aperta dal 18 dicembre 2016 al 31 gennaio 2017.

Ricco il programma delle attività durante il periodo della manifestazione: il mercatino di Natale di domenica 18 dicembre in Piazza Tre Martiri e Via Borgo Fausto, concerti e spettacoli al Teatro Petrella, stand gastronomici, animazioni in piazza e laboratori per i più piccoli.

© Riproduzione riservata

Rispondi