Eventi natalizi nei beni del FAI

A novembre e dicembre i beni di proprietà del FAI, Fondo Ambiente Italiano, si vestono a festa, accogliendo i visitatori in una calda atmosfera natalizia. Castelli millenari, antiche abbazie, ville di delizia e giardini storici si aprono al pubblico, proponendo numerose iniziative in tema con il Natale: mostre mercato di prodotti artigianali, attività e laboratori per bambini, presepi della tradizione popolare, visite speciali alla scoperta dei racconti, dei riti e delle ricette natalizie. Tra alberi addobbati e decorazioni colorate, dolci golosi e tavole imbandite, sarà facile sentirsi come a casa.

All’insegna dello slogan “Fai Natale nei Beni del FAI”, sono molti gli eventi previsti in tutta Italia durante le settimane che conducono al Natale, per offrire piacevoli momenti di svago da trascorrere con la propria famiglia. Al Castello di Masino, a Caravino (TO), è possibile rivivere l’atmosfera di festa che nel periodo natalizio caratterizzava quella che un tempo era la residenza dei conti Valperga, ammirando nei suoi fastosi saloni le splendide decorazioni fatte a mano e i preziosi dettagli della tavola imbandita. Il Natale di Villa Bozzolo, a Casalzuigno (VA), è dedicato agli acquisti, dagli oggetti per la casa ai regali preziosi ai cibi ricercati: un intero mese di proposte, in cui la villa ogni fine settimana cambia veste, fino alla tradizionale mostra mercato del 2 e 3 dicembre. Ad Assisi (PG), all’interno del Complesso Benedettino di Santa Croce, è previsto un ciclo di appuntamenti natalizi per le famiglie alla scoperta dei segreti e delle bellezze del Bosco di San Francesco. Qui i visitatori potranno anche acquistare i regali di Natale, scegliendo tra prelibatezze come mieli, succhi biologici, marmellate, tè e cioccolata, una selezione di libri d’arte, di storia e di botanica, giocattoli in legno e giochi creativi.

Il Castello di Avio a Sabbionara d’Avio (TN) si riempie dei colori, dei suoni e dei sapori del Natale, con i mercatini di prodotti tipici, la musica delle zampogne, i canti tradizionali e il racconto delle leggende legate all’antico maniero. A Milano, presso Villa Necchi Campiglio, sabato 25 e domenica 26 novembre torna il più tradizionale degli appuntamenti natalizi: la mostra mercato dedicata al mondo dei giocattoli fatti a mano. Altro appuntamento milanese rivolto ad adulti e bambini, in programma sabato 16 dicembre, sarà la rappresentazione del “Canto di Natale” di Charles Dickens nel salone d’onore della Palazzina Appiani. A raccontare l’edificante storia ambientata nell’Inghilterra dell’Ottocento saranno i lettori volontari del Circolo LaAV, Letture ad Alta Voce, di Milano.

Al mondo dell’infanzia è dedicato il Natale al Monastero di Torba Gornate, ad Olona (VA), per consentire di vivere in famiglia la magica atmosfera della festa: laboratori artigianali, letture animate, cene tradizionali con i prodotti tipici del territorio, fino alla tradizionale mostra mercato in cui trovare doni preziosi e ricercati per i più piccoli. Anche Villa dei Vescovi a Luvigliano di Torreglia (VA), splendidamente addobbata a festa, si concentra sui piccoli visitatori, che domenica 3 dicembre saranno invitati a immergersi nello spirito natalizio con un mercatino del libero scambio, laboratori creativi per realizzare piccoli doni e la possibilità di incontrare un ospite speciale: Babbo Natale.

A San Gimignano (SI) Torre e Casa Campatelli apre le porte ai suoi ospiti sabato 23 dicembre per un evento speciale: un laboratorio creativo per bambini a cura della cooperativa PromoCultura. Mentre i bambini saranno presi dall’ascolto e dalla creazione di fiabe, gli adulti potranno visitare l’appartamento della famiglia Campatelli, agghindato così come lo sarebbe stata una dimora dell’alta borghesia fiorentina di inizio Novecento in prossimità del Natale.

Domenica 24 dicembre tradizionale appuntamento nella millenaria chiesa dell’Abbazia di San Fruttuoso a Camogli (GE) con la celebrazione della Santa Messa, resa ancora più suggestiva dalla presenza di un coro vocale. Dal 24 dicembre al 6 gennaio nel Giardino della Kolymbethra, nel cuore del Parco della Valle dei Templi di Agrigento, nella grotta che in epoca paleocristiana fu santuario rupestre, rivivrà la bellissima tradizione del presepe contadino decorato con i frutti degli agrumi, come da antica consuetudine della Sicilia rurale.

Dunque, sono tante le proposte messe in piedi dal FAI per questo Natale 2017, tutte ospitate in luoghi ricchi di storia e cultura, meritevoli di essere scoperti per la loro unicità, ma anche in quanto parte di un patrimonio nazionale di bellezza da tutelare e valorizzare. E il FAI, grazie all’impegno di molti professionisti – architetti e storici dell’arte, giardinieri, guide, custodi – e di tanti volontari, si impegna, non solo a Natale, ma durante tutto l’anno, a mettere a disposizione di tutti i propri beni, cercando di creare occasioni per una fruizione culturale e del tempo libero edificante, appagante, gioiosa e a misura delle diverse esigenze.

Rispondi