Tutte le canzoni di Natale in “Mamma, ho perso l’aereo”

mamma ho perso l'aereo kevin canta

Mamma ho perso l’aereo” è un film con una sequela infinita di scene memorabili, tutte accompagnate da una canzone o da un brano musicale che sono diventati iconici per i milioni di fan della pellicola, sottolineando i momenti più significativi, divertenti o emozionanti. La colonna sonora, composta da John Williams, ha ricevuto una nomination agli Oscar del 1991. Anche il tema portante “Somewhere in my memory” è stato candidato come miglior canzone originale. Si ascolta in vari momenti del film, a volte in piccoli frammenti. Ma non ci sono solo le musiche originali di uno dei maestri della musica da cinema. Molte hit natalizie costellano il film dall’inizio alla fine. Vediamo quali sono.

Continua a leggere

E quando si fa sera, risplendono le candele a Candelara

candele a candelara

Un borgo medievale sulle colline intorno a Pesaro, intatto nel suo antico fascino, rischiarato soltanto dalla luce calda e rassicurante delle candele. Migliaia e migliaia di fiammelle di cera, posizionate in ogni angolo del paese, nelle stradine, sulle finestre, sugli alberi, sulle mura castellane, a brillare nel buio della sera riflettendosi negli occhi della gente. È lo spettacolo che avviene ogni anno in occasione di “Candele a Candelara”, il primo mercatino di Natale italiano dedicato alle candele. Una festa dall’atmosfera unica e suggestiva, che si svolge per quattro fine settimana tra la fine di novembre e la metà di dicembre.

Continua a leggere

Aspettare Natale guardando film romantici alla tv

film di natale in tv

A Natale nascono le storie d’amore più belle. L’atmosfera fiabesca fa scoccare scintille a ripetizione, il romanticismo è trascinante e si formano coppie destinate a durare per sempre. O almeno questo è quello che accade nei film di Natale. Storie sdolcinate e baci sotto il vischio fanno sussultare i cuori più teneri degli spettatori, tra alberi sfavillanti, camini accesi e la neve che scende alla finestra. A tingere di rosa l’attesa del Natale 2019 ci pensano le reti televisive Tv8, La5 e Paramount Network, con una programmazione ad hoc che porta nelle nostre case la meraviglia del Natale, quel periodo dell’anno in cui tutto può succedere e anche i sogni d’amore più incredibili possono diventare realtà.

Continua a leggere

Cosa rende “Il piccolo Lord” un film classico di Natale

Alec Guinness e Ricky Schroder

Un biondo ragazzino dal cuore puro e dalla straordinaria empatia con il mondo intero, che riesce a fare breccia nel cuore di un burbero aristocratico con la puzza sotto il naso. Una storia edificante come quella raccontata ne “Il piccolo Lord”, capace di divertire e commuovere, non poteva non finire nel novero dei film diventati dei classici del periodo natalizio. Buoni sentimenti e Natale: un binomio inscindibile, legato a doppio filo dai tempi di Charles Dickens. A differenza, però, di altri film cult del genere, le cui vicende si svolgono proprio durante i giorni di Natale, qui l’ambientazione non è prevalentemente natalizia. Allora perché ci viene da dire che non è davvero Natale se in tv non passa “Il piccolo Lord”?

Continua a leggere

Alla scoperta di Babbo Natale, la leggenda in un cartone

alla scoperta di babbo natale

Chi è stato bambino negli anni 80 non può non ricordare una serie animata che passava puntualmente in televisione durante il periodo natalizio. Si intitolava “Alla scoperta di Babbo Natale” e raccontava i segreti della vita quotidiana di Babbo Natale. Rappresentato in abiti civili e con una amorevole moglie al suo fianco, era attorniato da uno stuolo di piccoli aiutanti (gnomi, elfi o folletti che fossero), con tanto di vivace prole al seguito. Chi non si è mai chiesto cosa faccia Babbo Natale durante il resto dell’anno? Ebbene, questo cartone ce lo mostrava, facendoci sognare nell’attesa del regalo desiderato e conducendoci in un microcosmo immerso in una foresta incantata, dove l’atmosfera natalizia regnava in ogni periodo dell’anno. Occupazione principale degli abitanti della foresta era costruire regali per tutti i bambini del mondo, che poi Babbo Natale, una volta indossato il costume rosso cucito dalla sua consorte, avrebbe consegnato nella notte di Natale.

Continua a leggere