Natale anni 80: Alla scoperta di Babbo Natale

alla scoperta di babbo natale

Chi è stato bambino negli anni 80 non può non ricordare una serie animata che passava puntualmente in televisione durante il periodo natalizio. Si intitolava “Alla scoperta di Babbo Natale” e raccontava i segreti della vita quotidiana di Babbo Natale. Rappresentato in abiti civili e con una amorevole moglie al suo fianco, era attorniato da uno stuolo di piccoli aiutanti (gnomi, elfi o folletti che fossero), con tanto di vivace prole al seguito. Chi non si è mai chiesto cosa faccia Babbo Natale durante il resto dell’anno? Ebbene, questo cartone ce lo mostrava, facendoci sognare nell’attesa del regalo desiderato e conducendoci in un microcosmo immerso in una foresta incantata, dove l’atmosfera natalizia regnava in ogni periodo dell’anno. Occupazione principale degli abitanti della foresta era costruire regali per tutti i bambini del mondo, che poi Babbo Natale, una volta indossato il costume rosso cucito dalla sua consorte, avrebbe consegnato nella notte di Natale.

Continua a leggere

“Last Christmas” di George Michael diventa un film

last christmas film

«Last Christmas I gave you my heart, but the very next day you gave it away». Sono queste le celebri parole dell’incipit di uno dei classici senza tempo della musica natalizia in chiave pop: “Last Christmas” degli Wham! La canzone, scritta da George Michael, fu pubblicata nel dicembre del 1984, ottenendo in tutto il mondo uno straordinario successo, che da allora continua a confermarsi di anno in anno. Basti pensare che nel 2018 il brano ha ottenuto 7 milioni di ascolti su Spotify soltanto durante il giorno della vigilia di Natale e che il video ufficiale ha generato 65 milioni di visualizzazioni su YouTube per tutto il mese di dicembre. A 35 anni di distanza dall’uscita del disco, arriva al cinema un film dall’omonimo titolo “Last Christmas”.

Continua a leggere

Mancano 100 giorni a Natale

Calcolatrice e calendario alla mano, ognuno di voi potrà constatare come oggi, 16 settembre, manchino esattamente 100 giorni al giorno di Natale 2019. È arrivato, dunque, il momento di far partire, non senza una certa emozione, il conto alla rovescia ufficiale in vista della festa più attesa dell’anno. 100 giorni, ovvero poco più di tre mesi, quattro volte 25, la fatidica data di dicembre simbolo di tradizione e di bontà.

Continua a leggere

Falso Natale: tutte le bugie e le invenzioni sul Natale

Gerard van Honthorst - Adorazione dei pastori (1622)

Tutto quello che sappiamo sul Natale è falso. La nascita di Gesù non è avvenuta il 25 dicembre e neanche nell’anno che noi definiamo “zero”. Non c’era una fredda grotta né la coppia formata da bue e asinello. I magi non erano né re né tre e non furono guidati da una stella cometa. Ogni particolare che ci è stato tramandato è il risultato di decisioni arbitrarie o in alcuni casi di errori involontari. Errico Buonanno nel suo libro “Falso Natale” analizza gli elementi della tradizione, religiosa e non, legata al Natale, per svelare “bufale, storie e leggende della festa più importante dell’anno”.

Continua a leggere

Stille Nacht, da 200 anni un canto di pace e fratellanza

oberndorf stille nacht

Erano sommesse le note che nella notte di Natale del 1818 risuonarono per la prima volta nella Chiesa di San Nicola a Oberndorf, vicino Salisburgo: solo una chitarra e due voci. Eppure “Stille Nacht! Heilige Nacht!” è diventato uno dei canti natalizi più conosciuti e più eseguiti al mondo. Noto in Italia con il titolo “Astro del ciel” e interpretato da cantanti di ogni genere musicale nella sua versione inglese “Silent night”, da 200 anni con le sue parole dà conforto e infonde speranza alle persone di ogni popolo e religione. Eppure molti ignorano che questo canto nacque in Austria agli inizi del XIX secolo.

Continua a leggere